logo

Turismo e geotermia dalla Toscana all’Islanda!

Se ne parla da anni in Italia e non solo, le fonti di energie rinnovabili definite anche pulite sembrano essere decisamente il futuro del nostro paese. Dopo gli sfortunati incidenti accaduti in Giappone, paese produttore di energia nucleare, la politica e il vento sono decisamente cambiati.
Per questo motivo possiamo dire che parlare di energia pulita vuol sicuramente dire parlare di una parte importante degli investimenti che dovrebbero andare in questa direzione. In Italia esistono zone poi che oltre all’energia geotermica, rappresentano vere e proprie mete per turisti desiderosi di visitare i parchi a tema.
La Toscana da questo punto di vista sembra eccellere, ricordiamo infatti a tutti il museo della geotermia di Larderello e il parco naturale delle Biancane di Monterotondo M.mo, luoghi che ogni anno accolgono migliaia di turisti incuriositi e desiderosi di comprendere meglio il funzionamento dell’energia geotermica.
Ora anche l’Islanda paese che come molti altri ha risentito del tracollo finanziario avvenuto sembra voler decisamente andare in questa direzione, un luogo di grande bellezza e selvaggio da molti punti di vista, in grado di produrre in autonomia una buona quantità di energia geotermica.
Un valore aggiunto quello dell’Islanda, paese dalle grandi risorse geotermiche che ha decisamente risentito del tracollo economico e finanziario, deciso come non mai a un riscatto economico e non solo. Le energie pulite e rinnovabili sono una realtà che deve diventare un qualcosa di diverso da un semplice concetto astratto.
Il presidente dell’Islanda Olafur Ragnar sostiene che se si parla di energia geotermica, alle persone viene in mente una forma di energia pulita ma il percepito resta molto astratto. Per questo motivo è importante far capire invece alle persone che si può sviluppare una sorta di green economy.
Un nuovo impulso dato all’economia da forme di energia pulita che nulla hanno a che vedere con il passato.

Post Tagged with ,

This post was written by